Il nome Eléusi

Eléusi era una città dell’antica Grecia divenuta famosa anche nei secoli successivi in quanto sede dei “misteri eleusini”. In quei riti antichissimi – ancora più antichi di quella città in cui si celebravano – veniva festeggiata la Natura e i suoi cicli eterni di nascita e ri-nascita secondo il mito di Demetra e Core.

A Eléusi si celebrava la vita, nei suoi cicli semplici e grandiosi. Tutto il popolo partecipava alla festa, convergendo in città dall’intera regione. In quel mentre, un certo gruppo di persone che si erano lungamente preparate per anni e anni, venivano iniziate ai misteri più profondi, cui hanno accesso solo coloro che lo desiderano con molta costanza e lavorano per questo con forte dedizione. Comprensione, incontro, riconoscimento delle grandi leggi naturali, un lavoro di partecipazione, celebrazione comune e apprendimento. Questa l’essenza della storia di Eléusi.

Possiamo anche noi utilizzare queste esperienze? Lo scopo dell’Associazione è fornire uno spazio di incontro e confronto, ma anche di ricerca e di lavoro su di sé, che possa avviare e sostenere un processo di crescita, di comunicazione e di comunità.
Ma anche un processo di guarigione: da quali mali? Innanzitutto il “male di vivere”, quello stato d’animo che spesso non ha motivi immediatamente comprensibili e che genera disturbi a volte molto penosi. Mali che sono affidati alle cure degli psicologi e psicoterapeuti.
In secondo luogo il “male di essere”,  mal-essere. Sensazioni di disagio e di inadeguatezza, di insicurezza, che possono rendere la vita molto difficile e le azioni non fruttuose, mettendo in uno stato di ansia, di panico, di inconcludenza.
Infine, guarigione intesa come possibilità di interpretare se stessi, di scoprire la propria unicità e le proprie possibilità, per “diventare ciò che si è”.

Lascia un commento