Pensieri dal gruppo AMA2 durante l’incontro di mezza estate

Come nostra consuetudine una parte del gruppo si incontra per alcuni giorni in agosto sulle montagne della valle Camonica.
Tre giorni trascorsi in letizia, lavorando e condividendo pensieri, esperienze, vissuti, mescolati a momenti conviviali e passeggiate nel circondario.
Le tematiche affrontate sono sempre inerenti ad eros/thanatos.
Avendo avuto più tempo a disposizione, ci siamo arricchiti a vicenda circa le nostre esperienze e ricerche personali. Abbiamo cercato di dare spazio alle nostre “differenze”, tra noi infatti gli orientamenti circa la spiritualità sono variegate. Insieme quindi cerchiamo di comprendere i punti di vista dei credenti di qualche religione, o pratica, degli agnostici, areligiosi ed atei.
Il seminario presentato qualche anno fa a Brescia sulla morte, è stato sintetizzato per realizzare la visione di contenuti essenziali e funzionali. Sostanzialmente abbiamo messo a fuoco la dimensione della morte e del morire nei tre momenti di Restituzione, Eliminazione, Integrazione.
Significativi gli aiuti al morente.
Ognuno di noi ha subito dei lutti. Anche il nostro gruppo dalla sua nascita che risale a circa 12 anni fa, ha vissuto dei distacchi di chi ha partecipato alla nostra avventura di gruppo.
Ricordando quindi Vittorio, Maria, Gianni, Lucilla, abbiamo vissuto momenti di commozione.
A questo proposito, possiamo confermare, al di là delle credenze sull’aldilà di cui ciascuno di noi è portatore, che sappiamo riconoscere che finchè una persona rimane nel cuore di qualcuno non morirà veramente. Il ri-cor-do, dei nostri parenti, amici e compagni di viaggio ci riporta al valore ed alla preziosità della vita.
Quindi in essenza, abbiamo concordato circa l’importanza di onorare la vita attraverso un continuo processo di ricerca orientata e sperimentata verso il conoscere sé stessi, il senso e lo scopo dell’esistenza.
La conoscenza di sé, la vigilanza, sono ormai da tempo i nostri compagni di viaggio che ci permettono sempre più di imparare ad amare, con tutte le sue realtà.
È stato interessante mettere un po’ di ordine nel ginepraio che la parola “Amore” spesso evoca. Abbiamo cercato di comprendere quando, in modo naturale, “vogliamo bene”, e quando invece cerchiamo di “amare”. Ma questo argomento richiederà sicuramente ancora tanto impegno da parte nostra, mentre lavoriamo per riconoscere e superare le illusioni.

Abbiamo riconosciuto, sperimentandolo, che il Gruppo può essere un valido strumento per poterci aiutare a vicenda nella nostra evoluzione, infatti siamo proprio AMA2, auto-mutuo-aiuto di donne e uomini in evoluzione!

Taggato , , , , , , , , , , , , . Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.