Dopo il corso “cittadini in ascolto”

gruppo di lavoro
Si è concluso a La Spezia il percorso del Corso di Formazione per “Facilitatore di gruppi Ama” intitolato Cittadini in Ascolto.

Si è svolto lungo l’arco di 7 incontri procedendo dal particolare al generale per poi tornare al particolare.

Alcuni dei docenti sono stati gli amici di Brescia e Torino. Gabriella Carsana e Beppe Chierotti per Brescia; Eleonora Arduino, presidente di Eleusi, e Carlo Da Bandi per Torino.

Gabriella, Beppe ed Eleonora ci hanno introdotto al ruolo della figura del  Facilitatore e i rischi che corriamo ogni volta che lo interpretiamo. Carlo invece ha legato la figura del Facilitatore alla responsabilità che abbiamo per la sopravvivenza del Pianeta coniugando il microcosmo-Facilitatore al macrocosmo.

Un altro docente, Luca Vergassola, ci ha permesso di allargare lo sguardo sul tema della condivisione descrivendo, quest’aspetto, non tanto come un attributo sentimentale ma come una metodologia di lavoro e un principio guida del lavoro di gruppo. La condivisione infatti permette al gruppo di trovare soluzioni ai problemi altrimenti impensabili.

Inoltre abbiamo approfondito la Ragione del cuore, come si differenzia dalla razionalità e la sua localizzazione nel corpo.

Tuttavia, insieme agli obiettivi specifici, il Corso ci ha permesso di raggiungere anche obiettivi generali alcuni dei quali riguardano la città. Infatti si è creato nel tempo un gruppo che condivide non solo una cultura dei gruppi Ama ma anche uno spazio di cittadinanza dove il facilitatore si sente risorsa del territorio.

Se si pensa che la normalità è costituita dalla frammentazione delle singole parti, dall’isolamento e dalla de-negazione della relazione tra parte e il tutto, si può cogliere l’importanza della portata trasformativa della cultura AMA: il cambiamento è possibile attraverso la solidarietà e il rispecchiamento nell’altro.

Ora attendiamo le ricadute sul territorio con l’attivazione dei gruppi di Auto Mutuo Aiuto nell’autunno prossimo.

Taggato , . Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento